Bocca di leone

boccaleo_NG4

Bocca di leone                       

Famiglia: Scrophulariaceae
Specie: Antirrhinum majus

Il bocca di leone è un profumatissimo fiore da regalare e da coltivare dalla caratteristica corolla a forma di labbra che, quando si esercita pressione ai suoi lati, schiude i suoi petali rammentando le fauci aperte di un leone. È una pianta da appartamento che si può coltivare in vaso o in giardino con il semplice humus di lombrico: grazie alla sua struttura particolarmente originale, il bocca di leone è assai richiesto come fiore da regalo e come pianta ornamentale, con i bei fiori vellutati dai toni sgargianti che si raccolgono a forma di spiga sul nobile fusto, per un effetto scenico finale dal tratto distinto ed elegante. Portare in dono bocca di leone esprime indifferenza e capriccio ed è una chiara espressione di disinteressa verso qualcuno: si può regalare il bocca di leone ad una persona che si è, ad esempio, preoccupata troppo per gli altri o a chi ha bisogno di tali sentimenti in un periodo particolare della sua vita. Il bocca di leone esprime nel complesso nobiltà e sicurezza personale, come si evince anche dalla sua forma. Il bocca di leone non rientra solamente nella categoria dei fiori ornamentali, ma, grazie ai suoi principi attivi, viene utilizzato in erboristeria anche per scopi terapeutici sfruttando le sue proprietà antiallergiche, antinfiammatorie e lenitive: con i fiori e le foglie è possibile preparare un ottimo infuso o decotto indicato per gli stati infiammatori generici del corpo soprattutto del cavo orale, mentre a livello topico cura scottature e dermatiti. Con l’humus di lombrico, è facile coltivare bocca di leone in vaso o nel proprio giardino, per abbellire con splendidi colori balconi, pareti rocciose, siepi e aiuole, sfruttando la grande adattabilità della pianta ai vari ambienti:

 

  • Per la coltivazione in vaso del bocca di leone, munirsi di un contenitore di minimo 8 cm per piantina;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti gli elementi nutritivi necessari alla pianta, secondo i principi base della coltivazione in vaso;
  • Esporre alla luce solare il vaso di bocca di leone per facilitare una crescita più rigogliosa;
  • Annaffiare il bocca di leone ogni due settimane circa o quando il terreno è completamente asciutto.

 

Valentina Marra

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top