Coltivare il Timo

timo-

Coltivare il Timo

Famiglia: Lamiaceae
Specie: Thymos vulgaris

Coltivare il timo con l’humus di lombrico nel proprio orto in vaso assicura una grande soddisfazione per il largo impiego di questa pianta aromatica non solo in ambito culinario come spezia ma anche cosmetico e terapeutico. La pianta di timo identifica circa 350 specie (oltre a quella comune assai diffuse sono le varietà timo serpillo e il timo limone)  ed era assai utilizzata dai popoli antichi che attribuivano al suo profumo il potere di infondere forza e coraggio prima dei combattimenti: in particolare i soldati Greci strofinavano sul corpo le foglie di timo per rinvigorire il proprio animo mentre i combattenti Romani usavano lavarsi con una soluzione di acqua e timo prima di ogni battaglia. Dopo la coltivazione di timo nel proprio orto in vaso e la sua successiva essiccazione, questa pianta aromatica amplifica la sua fragranza originaria con cui arricchire gustosi piatti a base di carne, pesce, verdure, con cui insaporire l’olio da cucina, aromatizzare il vino, preparare ottime tisane e alcolici naturali.  Coltivare il timo in un ambiente pulito con l’utilizzo del solo concime naturale come l’humus di lombrico assicura in casa propria un prontuario medico 100% naturale per la cura di molti malanni: la sua sostanza caratterizzante,  il timolo, ha delle autorevoli proprietà antibatteriche, antispasmodiche e antielmintico (in grado, cioè, di uccidere parassiti e vermi intestinali).  Il timo è indicatissimo negli stati infettivi a carico di vie respiratorie e polmonari:  essendo un ottimo mucolitico, suffumigi e tisane di questa pianta aromatica vengono impiegati per le loro qualità balsamiche ed espettoranti nella cura di tosse e raffreddore, ma anche asma e bronchiti. La pianta di timo rinvigorisce il sistema nervoso, contrastando il mal di testa ed è un ottimo digestivo, in quanto contribuisce a liberare l’addome dai fastidiosissimi gas intestinali e dalle coliche derivanti e lenisce gli spasmi derivanti da problemi a carico dell’apparato gastro-intestinale. In cosmetica, è usato per la bellezza dei capelli, soprattutto per regolarizzare il sebo dei capelli grassi: basta aggiungere qualche goccia di infuso di timo nel proprio shampoo o effettuare l’ultimo lavaggio con una soluzione di acqua con questa pianta aromatica per ottenere risultati eccellenti. Ecco come ottenere con l’humus di lombrico questa preziosa pianta aromatica nel proprio orto in vaso o in giardino, tenendo conto che il timo non è una pianta particolarmente esigente anche se preferisce un clima  temperato:

  • Per la coltivazione in vaso, munirsi di un contenitore poco profondo ma ampio;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti gli elementi nutritivi necessari alla pianta, secondo i principi base della coltivazione in vaso;
  • Si può coltivare il timo partendo dal seme o per talea, assicurando 25 cm di spazio tra le piante;
  • Posizionare la pianta in un luogo soleggiato e luminoso;
  • Annaffiare con la giusta dose di acqua il timo ma molto saltuariamente.

 

si vuole, successivamente utilizzare lo stesso vaso, si consiglia di coltivare un altro tipo di pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top