Coltivare la Carota

Coltivare la Carota

Famiglia: Apiaceae
Specie: Daucus carota

La carota coltivata è una pianta erbacea perenne coltivata dagli antichi soprattutto per le sue proprietà terapeutiche. In effetti, seminare una pianta di carota nell’orto in vaso di casa propria con l’impiego del solo concime naturale è come sotterrare uno scrigno pieno di monete d’oro: la carota coltivata con l’humus di lombrico è una piccola fonte inesauribile di minerali benefici all’organismo. Contiene in generosa quantità, nelle condizioni ottimali di trattamento con concime naturale,  calcio, ferro,  magnesio, zincorame, tantissima pro-vitamina A (carotenoidi), vitamina B, C,  PP, D ed E.  I fumatori, chi passa troppe ore davanti a computer, chi vive negli ambienti più contaminati da smog e inquinamento, dovrebbero beneficiare della carota coltivata con humus di lombrico perché contiene la preziosa vitamina A. Agisce da regolatore dell’intestino, attenua i disturbi digestivi, calcoli renali e disfunzioni urinarie, rigenera il fegato, è un naturale antiossidante che difende il corpo dall’invecchiamento. La carota in vaso può essere usata come stimolatore del latte materno, in quanto contiene fitoestrogeni, dalla composizione chimica simile agli ormoni femminili. Il betacarotene non solo favorisce com’è noto l’abbronzatura, ripara i tessuti umani, rende la pelle bella, protegge mucose da eventuali infezioni, è un toccasana per il nervo ottico. Ecco come avere con l’humus di lombrico piante di carota coltivata fresca sempre a disposizione:

  • Per la coltivazione delle carote nell’orto in vaso il periodo migliore va da febbraio ad agosto, tutto l’anno se la carota coltivata cresce in condizioni climatiche non troppo fredde;
  • Prendere un vaso capiente minimo 30-40 cm di profondità oppure un recipiente abbastanza largo;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus di lombrico, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti  gli  elementi  nutritivi  necessari  alla  pianta aromatica,  secondo  i  principi  base  della coltivazione in vaso;
  • Mettere un massimo di quattro semi per vaso a 5 cm di distanza tra loro. Bagnare la terra trattata con l’humus di lombrico. Si possono utilizzare gli scarti superiori della carota, lasciati germogliare in acqua per una decina di giorni;
  • Mantenere le carote coltivate all’ombra fino alla nascita delle piantine;
  • Bagnare spesso le piante di carota, due volte al giorno mattina e sera se la temperatura è calda, evitando sempre i ristagni nel sottovaso per non fare marcire le radici;
  • Si possono cogliere le prime gustose carote dal proprio orto in vaso circa quattro mesi dopo la semina: ricordarsi di sradicare con delicatezza gli ortaggi.

Se  si  vuole,  successivamente  utilizzare lo  stesso  vaso,  si  consiglia  di  coltivare  un  altro  tipo  di  pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top