Coltivare la Fava

Coltivare la Fava

Famiglia: Leguminose
Specie: Vicia Fava

La fava coltivata è un altro prezioso alimento da coltivare con l’humus di lombrico nel proprio orto in vaso o in terra. Come tutte le leguminose, la fava coltivata è una pietanza antichissima, utilizzata dagli antichi abitanti del Mediterraneo e dell’Asia Minore per il proprio sostentamento e quelle del bestiame. La pianta di fava coltivata è anche molto apprezzata come pianta ornamentale in quanto sviluppa un bel fogliame decorativo con fiori rosa e bianchi. Le fave possono essere assaporate sia crude che cotte per la preparazione di gustosi piatti come il tradizionale purè e cicorie. Le fave sono un alimento molto proteico, apprezzato per questo motivo anche da buona parte del mondo vegano, sono una validissima fonte di ferro  e contengono tanta fibra utile a regolare il transito intestinale. Una caratteristica formidabile della fava coltivata in ambiente sano con l’humus di lombrico è l’elevata presenza di levodopa, una sostanza che regola alcuni neurotrasmettitori del cervello e che trova applicazioni farmacologiche nella cura del morbo di Parkinson, da cui prende il nome anche lo stesso farmaco impiegato per la terapia:  molti pazienti ( ma non tutti ed è attualmente in fase di studio) hanno trovato giovamento dal consumo regolare di fave. La fava coltivata si adatta molto bene al freddo intenso come al caldo, ma non tollera le gelate e la siccità. Se si utilizzano i semi è consigliabile tenerli in ammollo per un paio di giorni per accelerare la germinazione. Vediamo come crescere delle stupende piante di fava con l’humus di lombrico:

  • Per la coltivazione in vaso della fava munirsi di un contenitore di 45 cm di diametro e di altezza;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti gli elementi nutritivi necessari alla pianta, secondo i principi base della coltivazione in vaso;
  • Interrare ciascun seme a 10 cm di profondità, con il lato della radice disposto verso il basso. Le piante vanno distanziate 20 cm circa sulla stessa fila e 50 cm tra le file. La fava coltivata raggiunge anche più di un metro di altezza;
  • Irrigare la terra in base alle condizioni climatiche in corso, con maggiore regolarità in caso di siccità.

Per raccogliere le buone fave bisogna aspettare cinque o sei mesi dalla semina: il baccello deve essere colto con  un movimento di rotazione, per evitare di rompere gli steli e compromettere le successive maturazioni.

 

Se si vuole, successivamente utilizzare lo stesso vaso, si consiglia di coltivare un altro tipo di pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

 

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top