Coltivare la Salvia

Salvia_farinacea

Coltivare la Salvia

Famiglia: Labiatae
Specie: Salvia officinalis

La salvia coltivata è una preziosa pianta aromatica dai bei fiori blu e viola, molto venerata dai popoli antichi che le attribuivano addirittura poteri magici di “resurrezione” e di guarigione totale dell’individuo: simbolo di fertilità per gli Egizi, per gli antichi Cinesi la salvia era in grado di donare longevità a chi ne facesse un uso regolare, mentre nel Medioevo in Europa veniva usata per il suo elevato potere cicatrizzante. Il nome stesso salvia derivato dal latino salus , “salvo”, è indice dell’alta considerazione che ha sempre avuto questa pianta aromatica nel corso dei secoli. In cucina viene tradizionalmente impiegata per aromatizzare pesce, carne e ricette speciali, come i tortelloni burro e salvia e la classica salvia fritta.  L’olio essenziale della salvia, coltivata naturalmente con l’humus di lombrico. contiene numerose sostanze funzionali benefiche, come i flavonoidi, eccellenti per lenire le sindromi mestruali dolorose e i fastidiosi disturbi della menopausa, come le “caldane”.  Grazie al suo effetto tonificante, è un toccasana per tutto l’apparato digestivo, mentre le sue qualità balsamiche rendono la salvia efficace in caso di raffreddore, tosse, mal di gola e febbre. Cura gli stati di astenia e depressione, è infatti provvidenziale per il buon funzionamento celebrare e fisico, agendo da rinforzante nei casi di esaurimento nervoso. Riduce la glicemia nel diabete ed è un valido alleato contro la ritenzione idrica, l’emicrania e i dolori reumatici. Strofinata sui denti restituisce al sorriso il suo bianco naturale ed è impiegata per tutto il cavo orale per curare ascessi, gengiviti e ulcere di varia natura: molti dentifrici in commercio contengono infatti questa preziosa pianta aromatica come principio base nel prodotto. Utilizzare la salvia per l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo, contribuisce a dare lucentezza e colore ai capelli scuri. Con l’humus di lombrico è possibile coltivare la salvia nel proprio orto in vaso o giardino per ottenere delle rigogliose piantine a disposizione tutto l’anno:

  • Per la coltivazione in vaso, munirsi di un contenitore ampio;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti gli elementi nutritivi necessari alla pianta, secondo i principi base della coltivazione in vaso;
  • Interrare i semi posizionandoli a circa 30 cm tra di loro;
  • Posizionare la pianta in un luogo soleggiato e luminoso;
  • Evitate di innaffiare eccessivamente le piante aromatiche, aggiungendo acqua solo quando il terreno è asciutto.

 

Se si vuole, successivamente utilizzare lo stesso vaso, si consiglia di coltivare un altro tipo di pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top