Coltivare Ravanelli

Coltivare Ravanelli

Famiglia: Brassicaceae

Specie: Raphanus sativus

 

Il ravanello coltivato è una pianta erbacea annuale che deve il suo nome all’antica Persia: il suo nome deriva da “rafe”, che in persiano significa “apparizione rapida”, riferito al ciclo vegetativo del ravanello molto rapido. Sono assai varie le specie della famiglia dei ravanelli, alcune persino “giganti”, in grado di raggiungere molti kg di peso. Utilizzando l’humus di lombrico nel proprio orto in vaso per coltivare il ravanello, si può portare in casa propria un alimento sfizioso con cui arricchire i migliori piatti freddi con il suo gusto pungente e speziato. Anche con le foglie di ravanello coltivato si possono sperimentare frittate e gustosi contorni.  Non solo: rispettando i criteri di autenticità e buona salute, senza usare pesticidi chimici ma unicamente il concime naturale, è possibile portare direttamente dal proprio orto in vaso un frutto della terra dalle ottime proprietà terapeutiche. In fitoterapia, il ravanello coltivato viene  utilizzato per le sue proprietà depurative,  diuretiche, lassative, antibatteriche, astringente. il consumo regolare di ravanello è utile per assumere una buona dose di vitamina C, rilassa il sistema nervoso e i muscoli grazie alle sue proprietà antispasmodiche, accelera la digestione, viene impiegato contro asma, bronchiti, altre patologie polmonari e tosse (anticamente era un rimedio naturale contro la febbre) . A livello domestico, viene impiegato anche come antiparassitario.  Contengono tantissima acqua e sono quindi indicati nelle diete ipocaloriche e sali minerali come ferro, calcio, fosforo, alcune vitamine B, vitamina C e acido folico. Ecco come fare con l’humus di lombrico per ottenere delle stupente piante di ravanello coltivato nel proprio orto in vaso.

  • Scegliere un vaso o un contenitore di almeno 20 cm di profondità;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus di lombrico, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti  gli  elementi  nutritivi  necessari  alla  pianta,  secondo  i  principi  base  della coltivazione in vaso;
  • Mettere il seme di ravanello nella terra predisposta con concime naturale a circa un cm di profondità e 3 cm tra di loro. Le file di semi vanno distanziate invece circa 15 cm. Si semina nell’orto in vaso da fine inverno e per tutta l’estate solo se la temperatura in cui si vive è troppo fredda. Il ravanello coltivato, infatti, predilige il clima fresco-temperato;
  • Il ravanello coltivato è pronto già un mese dopo la semina.

Il ravanello può essere attaccato da grillotalpa, dagli afidi e dalle pulci. La terra preparata con humus di lombrico aiuta a tenere lontane queste eventuali avversità.

Se  si  vuole,  successivamente  utilizzare lo  stesso  vaso,  si  consiglia  di  coltivare  un  altro  tipo  di  pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top