Coltivare Spinaci

Coltivare Spinaci

Famiglia: Chenopodiaceae
Specie: Spinacia Oleracea

Dedicarsi alla coltivazione degli spinaci in vaso o in orto con l’humus di lombrico porta a grandi soddisfazioni, per la certezza di ottenere una verdura biologica dall’ottimo sapore e dalle notevoli proprietà terapeutiche: da secoli la coltivazione degli spinaci è stata elogiata e incoraggiata, tanto che già gli Arabi, che la diffusero in Italia nel lontano 1000 d.C., conferirono a questo alimento il titolo di “il principe degli ortaggi”.  Molteplici gli usi culinari degli spinaci che possono essere consumati crudi o cotti, come contorno per risotti, focacce e gustosissime frittate. La coltivazione degli spinaci in vaso o in orto con il concime naturale, assicura quotidianamente sulla propria tavola una miniera di antiossidanti e vitamine          :innanzitutto il quantitativo di ferro è molto elevato, così necessario negli stati anemici e per ricaricare di energia l’organismo, anche se è consigliabile mangiare gli spinaci con qualche goccia di limone, per aumentare la sua biodisponibilità. Il nitrato presente negli spinaci conferisce forza ai muscoli, la luteina è un toccasana per la retina e per la vista. Gli spinaci sono molto indicati per rafforzare il sistema immunitario e scongiurare eventuali malattie e infezioni. Il carico di minerali presenti in questo alimento è utili a preservare la salute di cuore e sistema circolatorio, grazie anche all’acido folico in grado di regolarizzare il numero dei globuli rossi. In omeopatia gli spinaci sono utilizzati anche per combattere la stitichezza e altri problemi digestivi, grazie al contenuto di fibre, per depurare l’organismo e anche per curare l’ipocondria. Gli spinaci coltivati prediligono un clima fresco e temperato, tollerano bene le gelate invernali, ma non la siccità: ottenere spinaci coltivati freschi e saporiti in orto o in vaso con l’humus di lombrico è abbastanza semplice. Di seguito tutti i passaggi per portare questo prezioso alimento sulla propria tavola:

  • Munirsi di un vaso o contenitore abbastanza ampio;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti gli elementi nutritivi necessari alla pianta, secondo i principi base della coltivazione in vaso;
  • Interrare i semi di spinacio in piccole buche di massimo 3 cm, avendo cura di mantenere 30 cm di intervallo tra di loro in orto e 10 cm di distanza in vaso;
  • Annaffiare regolarmente gli spinaci coltivati in vaso o in orto, mantenendo umida la terra concimata con l’ammendante naturale cercando di evitare ristagni d’acqua;
  • Non esporre lo spinacio coltivato alla luce solare diretta.

 

Dal momento della semina a quello della raccolta ci vorranno da uno a due mesi per gustare tutta la naturalezza e la bontà degli spinaci coltivati con l’humus di lombrico. Ricordarsi di staccare delicatamente le foglie senza danneggiare il germoglio centrale, per non compromettere le successive maturazioni della pianta.

 

Se si vuole, successivamente utilizzare lo stesso vaso, si consiglia di coltivare un altro tipo di pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top