Coltvare la Bietola

Coltvare la Bietola

Famiglia: Chenepodiacee
Specie: Beta vulgaris

Tra le verdure da coltivare nel proprio orto in vaso, sicuramente non dovrebbe mancare la dolcezza e la bontà della bietola coltivata. Protagonista di zuppe, contorni e torte salate, ma molto buona da mangiare anche cruda in insalata, la bietola coltivata è, oltretutto, molto semplice da coltivare nell’orto in vaso con l’humus di lombrico. Tra i tipi più diffusi di bietola, vi sono la bieta da taglio a foglie larghe e la bieta da coste con gambi carnosi.  Interessanti le applicazioni terapeutiche della bietola, utile nei casi di cistite e disfunzioni renali. Regola l’intestino grazie al considerevole apporto di fibra: in particolare, il decotto di bietola coltivata è indicato nei casi di infiammazioni del sistema urinario, di emorroidi e di stitichezza. Ha proprietà  rinfrescanti e diuretiche, facilita l’eliminazione delle tossine nel sangue e nei tessuti. La bietola coltivata in ambiente sano con humus di lombrico preserva al meglio tutti i suoi preziosi nutrienti tra i quali vitamine A, C e K che ha proprietà antiemorragica e di sostegno delle ossa, potassio, ferro che le conferisce proprietà antianemiche, magnesio, calcio, luteina dalle proprietà antiossidanti e protettive sulla vista ed evitare la degenerazione maculare senile, betacarotene, acido folico che è un toccasana per le cellule, saponine vegetali che favoriscono l’eliminazione dei grassi. Interessante è la presenza di clorofilla, che dona alla bietola coltivata con concime naturale un’azione difensiva nei confronti delle patologie tumorali. Ecco i passaggi per avere bietole fresche e salutari sempre a disposizione nel proprio orto in vaso:

  • Utilizzare vasi o contenitori di almeno 25 cm di profondità;
  • Procurarsi della semplice terra di campo, solamente arricchita con concime naturale, come humus di lombrico;
  • Mescolare la terra con humus di lombrico, nella misura 70-80 % di terra e 20-30% di humus, in modo da procurare tutti  gli  elementi  nutritivi  necessari  alla  pianta,  secondo  i  principi  base  della coltivazione in vaso;
  • Interrare i semi a 3 cm di profondità e ad una distanza di 25 cm tra di loro, mentre tra le file occorre lasciare 40 cm;
  • La bietola coltivata è molto resistente anche alle condizioni climatiche avverse, come vento e pioggia. Si può coltivare anche in ambienti chiusi;
  • Annaffiare regolarmente evitando che la terra si asciughi, mantenendo il substrato umido;
  • L’humus di lombrico protegge la bietola coltivata dall’attacco di mosche, afidi, pidocchi, punteruoli e funghi.

Dopo cinquanta giorni, bietole fresche e naturali sono pronte per essere gustate in tutto il loro sapore.

Se  si  vuole,  successivamente  utilizzare lo  stesso  vaso,  si  consiglia  di  coltivare  un  altro  tipo  di  pianta, aggiungendo solo un 10% di concime naturale

Tags

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

top